Mausoleo

Mausoleo Graz
apri mappa
Mausoleo
Burggasse 3
8010 Graz
Website come raggiungerci

Accanto al Duomo di Graz balzano subito agli occhi le cupole turchesi del complesso del Mausoleo, che come stendardi nel cielo completano, insieme al Duomo e alla Chiesa di Santa Caterina, l'immagine fotogenica della Corona della città. Avvicinatevi e vi sentirete trasportati immediatamente al sud, giacché il complesso rievoca l’atmosfera fiorentina. Fu l’Imperatore Ferdinando II stesso ad affidare al suo pittore di corte, Giovanni Pietro de Pomis, l'incarico del suo imponente monumento funebre.

La cossidetta „corona della città" include monumenti come il Duomo, la Burg, la vecchia università e l'odierno Seminario (ex collegio gesuita). Ma sono le cupole del mausoleo con la chiesa di Santa Caterina a sovrastare su tutti ed a troneggiare sulla città.
Nel 1614 Ferdinand da l'incarico al suo artista di corte italiano Giovanni Pietro de Pomis di progettare un mausoleo e la chiesa connessa di Santa Caterina vicino al Duomo. Ne risulta uno dei più bei complessi architettonici del primo `600 in Austria. La cupola ovale sopra la cripta è la prima in assoluto di questo genere all'infuori dell'Italia. La composta facciata della chiesa testimonia il gusto dell'epoca del transito dal rinascimento al barocco. Sul timpano troneggia la statua della Caterina di Alessandria e volge lo sguardo al collegio gesuita di fronte, dove fu fondata la prima università di Graz nel 1585. Santa Caterina è la patrona delle università.
Ferdinando viene eletto imperatore nel 1619, lascia Graz e parte per Vienna. I lavori al mausoleo si fermano. Alla morte di Ferdinand II nel 1637, ripongono la sua salma in un monumento funebre incompleto. Sarà suo nipote, l'Imperatore Leopold I, ad incaricarne il compimento dell'interno ad un giovane artista grazese. Questo giovane si rivelerà come il maggior architetto del barocco austriaco, Johann Bernhard Fischer von Erlach.
Un notevole sarcofago in marmo rosso domina nella cripta e all'interno riposa la madre di Ferdinand, Maria della Baviera. Solamente un'iscrizione alla parete indica dove si cela la tomba dell'imperatore Ferdinand II.
+++ Curioso +++
Negli affreschi della volta a botte della chiesa di Santa Caterina c'è l'immagine della liberazione di Vienna dai turchi nel 1683. L' imperatore Leopold I in alto, nel cielo, è immortalato come il grande vincitore sugli infedeli. Anche se si rifugiò in tempo a Passau all'arrivo dei turchi e ritornerà a Vienna solo quando la via è libera...

di più... meno...
Orari di apertura
Gen - aprile mar & ven 10.30 - 12.30, 13.30 - 16.00 / mag - dic tutti i giorni 10.30 - 12.30, 13.30 - 16.00
Tariffe d'ingresso
adulti: € 6,00
alunni: € 2,00
famiglie: 3º e 4º bambino gratuito
Dettagli ingressi

immagini